giovedì 25 giugno 2009

25 giugno 1948: si aprono i lavoro della Costituente



il 25 giugno di 61 anni si aprivano i lavori della Costituente. Dopo il referendum istituzionale del 2 giugno 1948 con il quale il popolo italiano scelse la Repubblica come forma istituzionale, il 25 giugno si apriva la grande stagione delle riforme.
L’Italia si apprestava a creare un nuovo stato basato su un "patto" costituente nel quale tutte le varie correnti politiche accettavano il principio democratico della rappresentanza popolare e si impegnavano a costruire una democrazia di tipo nuovo. Il risultato, alla fine, fu una delle più straordinarie costituzioni del mondo, forse la più avanzata in termini di libertà, giustizia e democrazia.
Ora la Costituzione dimostra gli anni che ha. Alcune parti possono anche essere cambiate. Ma, per farlo, occorre un nuovo patto che gli attuali schieramenti non sono in grado di fare. Troppe divisioni e troppi interessi personali impedirebbero un sereno confronto tra le parti. Ma soprattutto manca, in molti dei nostri rappresentanti, il senso dello Stato e del bene comune.


Per approfondire: L'officina della Costituente, di D. Novacco, Feltrinelli 2000.

Nessun commento:

Posta un commento

Commentate tutto liberamente, senza censura. Detto questo, però, vi prego di usare moderazione nel linguaggio. Grazie.