lunedì 31 agosto 2009

Un nome.

Sabato 29 agosto. Passo Valles, tra la provincia di Belluno e quella di Trento.
A 2000 metri d'altezza, a lato di un sentiero, una croce, un omaggio a un patriota: Giovanni Ganz. La croce, semplice, di metallo, portava scritto, oltre che il nome, anche questa targhetta:
"Con onestà visse Giovanni Ganz "Vecio" da eroe morì. 24 settembre 1944".
Non so chi fosse Giovanni Ganz, e finora non ho trovato notizie su di lui.
Ma questa targa, semplice, a un uomo che il 24 settembre 1944 sacrificò la vita, mi ha commosso.
Tra il 20 e il 21 agosto 1944 i paesi limitrofi, tra cui Falcade, subirono un rastrellamento feroce da parte delle truppe naziste, affiancate dalle Brigate Nere. Un centinaio di abitazioni vennero buciate, molti civili perdettero la vita. Molti uomini seppero reagire alla barbarie, imbracciando le armi per difendere i loro cari. Forse Giovanni Ganz è uno di questi.
In memoria delle vittime della barbarie.

Nessun commento:

Posta un commento

Commentate tutto liberamente, senza censura. Detto questo, però, vi prego di usare moderazione nel linguaggio. Grazie.