martedì 22 settembre 2009

Henry Kissinger segreterio di stato, e Nobel per la pace 1973


Correva l'anno: 1973
Giorno: 22 settembre 
Luogo: White House, Washington.


 Il 22 settembre 1973 veniva nominato segretario di stato Henry Kissinger, tedesco naturalizzato cittadino statunitense.
Su Kissinger si può dire di tutto: che fu un grande statista, un diplomatico coi fiocchi, un pacemaking, ecc. ecc. Per me, però, resterà sempre un war criminal.
Dopo la vittoria di Unidad Popular, nel 1970, che portò alla presidenza Salvador Allende (un socialista di tradizioni moderate), molti generali dello stato maggiore cileno avrebbero voluto impedire il suo insediamento alla "Moneda", il palazzo presidenziale di Santiago. Fu un generale, Rene Schneider, a bloccare il tutto. L'indipendenza dell'esercito era garantita da questo nobile militare, che espresse in seguito quella che venne chiamata come la c.d. "dottrina Schneider", ossia l'assoluta apoliticità delle forze armate e la loro fedeltà esclusivamente alla Costituzione. Ebbene, il 25 ottobre 1970, Rene Schneider fu vittima di un agguato. La sua morte venne attribuita a uno dei generali più reazionari del Cile, Roberto Viaux.
Dietro a quell'omicidio si intravide la mano di Kissinger. Tre anni dopo Salvador Allende morì nel suo palazzo presidenziale, mentre l'aviazione bombardava e i carri armati assediavano la sede del presidente.
Undici giorni dopo il colpo di stato, Kissinger diventa segretario di stato dell'amministrazione Nixon.
In quell'anno verrà premiato con il Nobel per la pace!

consiglio:
Hitchens Christopher , Processo a Henry Kissinger, Fazi editore, 2005.









Nessun commento:

Posta un commento

Commentate tutto liberamente, senza censura. Detto questo, però, vi prego di usare moderazione nel linguaggio. Grazie.