giovedì 22 settembre 2011

Ancora una volta...

Non tutti sono così "fortunati" da morire per cause naturali prima che il boia di stato faccia il suo sporco lavoro, come è successo al mio buon amico Richard Rossi, morto per un infarto mentre aspettava il suo turno, nel braccio della morte.
Troy Davis, 42 anni, a Jackson, in Georgia, è morto per iniezione letale. A nulla sono servite le manifestazioni a suo sostegno di Benedetto XVI, dell'ex presidente Jimmy Carter, dell'arcivescovo Desmond Tutu e di altri politici e personaggi pubblici americani e internazionali.
Obama se ne è lavato le mani ("non interferisco").

Nessuna parola... solo immensa tristezza.
http://www.repubblica.it/esteri/2011/09/22/news/esecuzione_rinviata-22039102/?ref=HREC1-3


domenica 11 settembre 2011

11 settembre 1973

Esiste un altro 11 settembre del quale ci si dimentica troppo spesso. All'alba del 11 settembre 1973 i carri armati di Pinochet circondano il palazzo della Moneda, dove si trova il presidente regolarmente eletto, Salvador Allende, Il Golpe è organizzato dalla Cia. Allende resiste, lanciando finché può messaggi alla nazioine tramte le radio non ancora occupate dai militari. Per farlo tacere Pinochet ordina il bomkbardamento del palazzo presidenziale.
Alla fine, per non arrendersi, Allende si spara con il mitragliatore regalatogli da Fidel Castro.